FSI investe nel 27% di CEDACRI in partnership con alcune banche italiane

    Fondo FSI - Staging


    COMUNICATO STAMPA

    Milano, 22 dicembre 2017 – FSI annuncia la sottoscrizione, da parte di FSI Mid‐Market Growth Equity
    Fund, di un contratto vincolante per l’acquisto di una partecipazione di minoranza di CEDACRI S.p.A..

    A seguito del completamento dell’investimento, il capitale di CEDACRI risulterà detenuto per il 27% da
    FSI e per il restante 73% da alcune delle banche attualmente presenti nel capitale di CEDACRI, che
    includono 14 banche fra cui, come azionisti con quote superiori al 3% del capitale, Banca Mediolanum,
    Cassa di Risparmio di Asti, Banco di Desio e della Brianza, Banca Popolare di Bari, Unipol Banca, Cassa di Risparmio di Bolzano, Banca del Piemonte e CREDEM.

    L’operazione rappresenta il primo investimento di FSI, che ha recentemente finalizzato il secondo closing del fondo a circa 1,2 miliardi di euro, con impegni di capitale di investitori internazionali e italiani tra cui CDP, il Fondo Europeo per gli Investimenti, fondi sovrani del Medio Oriente, Estremo Oriente e Asia Centrale, asset manager, società di assicurazione e banche europee, fondazioni e family office di gruppi industriali.

    L’investimento non prevede il ricorso a indebitamento finanziario da parte di CEDACRI. La struttura dell’operazione consente all’azienda di mantenere l’adeguata flessibilità finanziaria per il perseguimento del piano di sviluppo, sia per via organica che per linee esterne.

    L’investimento di FSI semplifica la governance e abilita la crescita, posizionando CEDACRI per una possibile futura quotazione.

    Con un fatturato consolidato di circa 275 milioni di euro nel 2016 e circa 1500 dipendenti, CEDACRI rappresenta un’eccellenza del Fintech italiano e il principale operatore nel settore dei servizi di IT outsourcing per banche e istituzioni finanziarie.

    Il gruppo rappresenta la terza piattaforma di back‐end bancario in Italia, nonché la prima piattaforma indipendente, e fornisce servizi chiave per la competitività dei propri clienti.

    “L’investimento di FSI, in partnership con le banche azioniste di CEDACRI, è guidato dalla prospettiva di crescita di una società italiana leader nel settore dei servizi tecnologici per le istituzioni finanziarie (cd. “Fintech”). CEDACRI presenta significative potenzialità di sviluppo guidate da innovazione, aumento della scala e consolidamento di settore” dice Maurizio Tamagnini, Amministratore Delegato di FSI. “Il team di FSI ha già investito e operato con successo nel settore Fintech e ritiene che l’investimento possa avere caratteristiche simili alla storia di successo di SIA”.

    *****************

    FSI è una società di gestione del risparmio indipendente con sede a Milano. FSI gestisce il fondo di investimento alternativo, mobiliare, riservato di tipo chiuso denominato FSI Mid‐Market Growth Equity Fund, che ha attualmente raggiunto sottoscrizioni di capitale per circa € 1,2 miliardi da investitori internazionali e italiani tra cui CDP, il Fondo Europeo per gli Investimenti, fondi sovrani del Medio Oriente, Estremo Oriente e Asia Centrale, asset manager, società di assicurazione e banche europee, fondazioni e family office di gruppi industriali.
    La politica di investimento di FSI prevede un approccio paziente e moderato ricorso alla leva. FSI si focalizza su aziende italiane eccellenti del segmento mid‐market (ossia con fatturato compreso tra € 100 mln e € 1.000 mln), con obiettivi di creazione di valore attraverso la crescita organica e le acquisizioni, il consolidamento e la gestione della successione. FSI investe sia in posizioni di minoranza con governance attiva che di maggioranza.

    Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) è un investitore sponsor del fondo gestito da FSI. L’impegno di capitale assunto dal FEI nel fondo è stato possibile attraverso (i) la MidCap Funds Investment Facility del BEI‐FEI, finanziata dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) con una garanzia dell’Unione Europea all’interno del Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici (FEIS) e (ii) il mandato Risk Capital Resources (RCR), finanziato dalla BEI.
    Il FEI fa parte del Gruppo BEI. La sua missione principale consiste nel supportare le imprese europee di micro, piccole e medie dimensioni (SMEs), aiutandole nell’accesso ai capitali.

    Ufficio Stampa FSI
    Studio Noris Morano
    Tel: +39 02 76004736.45
    norismorano@studionorismorano.com